Medicina Estetica

Benvenuto nel nuovo ambulatorio di medicina estetica

Peeling chimico come medicina estetica

Elisabetta G

Medicina Estetica, Peeling

No comments

dicembre 17, 2014

Cos’è il peeling chimico
Il peeeling chimico è un trattamento estetico che consiste nell’applicazione di agenti chimici esfolianti per un certo periodo di tempo per eliminare lo strato superficiale del derma, ricco di imperfezioni e impurità. Esso agisce sia a livello epidermico che di derma. Nel primo caso il peeling diminuisce la coesione e lisa i cheratiociti, rimuovendo il tappo cheratinico aumentando la produzione cellulare e prevedendo tecniche di esfoliazioni. Inoltre inibisce l’attività delle ghiandole che riducono il sebo e ne producono di meno, rendendo la pelle meno grassa e più pulita. In base alle tecniche utilizzate e ai prodotti utilizzati il peeling epidermico può penetrare nella struttura proteica delle cellule. Invece a livello di derma il peeling irrita la pelle stimolando i fibroplasti e la componente fibrosa
I vari tipi di peeling chimico
Il peeling chimico può essere di vario genere e secondo la classificazione di Rubin si suddividono in vari livelli a seconda delle tecniche utilizzate e dei benefici ad esso connessi. Vi è quello molto superficiale che comporta un’assottigliamento o la rimozione totale dello strato corneo. Poi vi sono quelli superficiali che raggiunge lo stato basale. Il livello medio che arriva al derma papillare e infine l’ultimo livello è quello profondo e più invasivo che coinvolge il derma reticolare. Tra i componenti utilizzati per questa tecnica vi sono vari acidi come quello glicolico, mandelico, salicilico e piruvico
I benefici del peeling chimico
Il peeling chimico comporta dei benefici e dei miglioramenti per quanto riguarda la bellezza e la salute della pelle. Si ricorre a questo trattamento per lenire i segni dell’età e le discromie della pelle, che con il passare del tempo, aumenta e si manifestano macchie che rendono il colorito non più bello. Il peeling chimico viene utilizzato anche per curare l’acne di vari tipi, da quella rosacea a quella nella fase attiva. Ricorrere a questi metodi può esser anche una valida alternativa per chi, stanca di ricorrere a creme inutili e costose, vuole ridurre il senso di pelle grassa e unta a causa della sovrapproduzione di sebo delle ghiandole sebacee. Questo trattamento deve essere eseguito soltanto da professionisti.

Lascia un commento